NEURODIDATTICA

 

 

 


facebook
Schermata2020-01-01alle15.31.46

Email : info@neurodidattica.it

Copyright 2020 © Massimiliano Interlandi - All Right Reserved.

Smartphone e tablet causano problemi di salute mentale nei bambini, già a partire dai due anni.

17-04-2020 17:32

Massimiliano Interlandi

Tecnologia,

Smartphone e tablet causano problemi di salute mentale nei bambini, già a partire dai due anni.

Gli scienziati ammoniscono: anche i bambini di due anni possono sviluppare problemi di salute mentale a causa dall’uso di smartphone e tablet.

Gli scienziati ammoniscono: anche i bambini di due anni possono sviluppare problemi di salute mentale a causa dall’uso di smartphone e tablet.

 

È sufficiente trascorrere un'ora al giorno davanti a un display digitale per aumentare la probabilità di comparsa di problemi come ansia o depressione, riporta il DailyMail.

 

A rivelarlo è uno studio fatto da Jean Twenge e Keith Campbell, due ricercatori della San Diego State University e dell'Università della Georgia che hanno analizzato i dati forniti da un campione di oltre 40.000 bambini statunitensi dai 2 ai 17 anni che hanno partecipato una indagine sanitaria a livello nazionale, la National Survey of Children's Health (NSCH) condotta nel 2016 dall'Ufficio censimento degli Stati Uniti. 

 

I risultati dello studio hanno fornito dei dati piuttosto preoccupanti circa la correlazione tra il tempo che i bambini e gli adolescenti  trascorrono davanti a smartphone e tablet e i problemi di salute mentale che questi possono causare.

 

In particolare si è osservato che coloro che ne abusavano erano meno curiosi, meno capaci di portare a termine i compiti, più emotivamente instabili e avevano bassi livelli di autocontrollo.

 

children-19311891920-1587135869.jpg

Generazione a rischio. Tra Tablet e Smartphone

Dall’analisi dei dati raccolti è emerso che:

 

I bambini in età prescolare o sotto i cinque anni, mostravano avere il doppio delle probabilità di perdere la pazienza ed erano  il 46% più inclini a non riuscire a calmarsi quando erano agitati.

 

Circa un bambino su undici (9 per cento) di 11-13enni che aveva trascorso un'ora al giorno davanti a qualche dispositivo non era curioso o interessato a imparare cose nuove. 

 

I pre-adolescenti e gli adolescenti tra i 14 e i 17 anni, più di quattro su dieci (42,2 per cento) che aveva trascorso più di sette ore al giorno davanti a uno smartphone o un tablet non portava a termine i propri compiti. 

 

Inoltre, gli esperimenti hanno dimostrato che la presenza degli smartphone può ridurre il divertimento durante le interazioni sociali. 

 

Il dato più allarmante arriva però dagli effetti che i dispositivi possono provocare sugli adolescenti: si è visto che i ragazzi "più navigati", ovvero quelli che trascorrevano più ore davanti a uno schermo dimostravano avere il doppio delle probabilità di essere diagnosticati come ansiosi o depressi, avevano maggiori probabilità di essere stati visti (o di aver bisogno di essere visti) da un professionista della salute mentale e di aver assunto farmaci per problemi psicologici.

smartphone-ai-bambini-1587136340.jpg

In passato erano già state documentate le associazioni tra il tempo trascorso davanti ai dispositivi digitali e problemi come l'insonnia, l'obesità e la perdita di preziose abilità sociali dovute alla mancanza di un contatto diretto con gli altri.

 

Tuttavia mancava una ricerca che esplorava gli effetti del tempo trascorso davanti ai dispositivi e il benessere psicologico dei bambini e degli adolescenti.

 

Lo studio in questione, uno dei più grandi nel suo genere, colma questa lacuna e rafforza ancora di più le indicazioni dall'American Academy of Pediatrics che raccomanda il limite di utilizzo dei dispositivi a un’ora al giorno per i bambini dai due ai cinque anni fino a un massimo di due ore per quelli in età scolare e gli adolescenti.

 

“La metà dei problemi di salute mentale si sviluppa durante l’adolescenza” ha dichiarato la dottoressa Jean Twenge “Il tempo sui media digitali ha sostituito quello che una volta si trascorreva per godersi la lettura di un buon libro” oltre ai problemi menzionati il timore è che il calo delle percentuali di lettura possa influenzare le prestazioni dei ragazzi a scuola poiché potrebbero mancare di un’adeguata concentrazione per comprendere i libri di testo. 

 

Fonte:

 

Associations between screen time and lower psychological well-being among children and adolescents: Evidence from a population-based study.

 

Condividi questo articolo se ti è piaciuto, oppure fammi sapere cosa ne pensi.

Mi renderesti davvero felice!

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder